Lavorare nei resort: la sostenibilità secondo Club Med

 

Oggigiorno, uno dei fattori determinanti che spinge i talenti a candidarsi e rimanere in un’azienda è l’impegno che questa dimostra verso uno specifico purpose: uno scopo, una vision, che prescinde dalla mera profittabilità. Uno dei più sentiti, tra questi, è certamente il tema della sostenibilità.

Questo è un argomento che sta toccando una fetta sempre più grande di popolazione, come dimostrano i dati emersi dall’Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile: al 2020, 36 milioni di italiani su una base di 50,6 milioni di maggiorenni si sentono coinvolti in questi temi.

Oggi vi vogliamo portare un esempio da parte di Club Med: un’azienda che negli anni è riuscita ad incrementare notevolmente gli sforzi in termini di Corporate Social Responsability attraverso il suo programma Happy to Care. Questo progetto si basa su tre pilastri fondamentali, Preserve, Contribute, Improve, che andremo ad approfondire qui di seguito.

 

1. Preserve

Club Med è rinomata per la capacità di costruire i suoi resort nella maniera meno impattante possibile per l’ambiente. Le aree naturali vengono conservate e protette: in media, gli edifici coprono meno del 10% della superficie totale del resort. Inoltre, queste costruzioni rispettano delle rigide direttive di eco-sostenibilità.

I prodotti di plastica monouso sono stati rimossi a partire dal 2021. Il riutilizzo e i materiali riciclabili rappresentano il nuovo standard. Lo spreco del cibo è minimizzato grazie a numerose linee guida e controlli all’interno delle strutture.

 

2. Contribute

La collaborazione con i locali è un elemento chiave per Club Med. Approvvigionarsi da produttori in loco, costruendo una filiera corta, è alla base di ciò che viene poi offerto nei menu dei resort! Questo permette a Club Med di contribuire positivamente all’economia locale, dal momento che l’86% dei beni acquistati dal resort proviene da fornitori locali.

Non solo: il 75% delle posizioni all’interno di un resort sono occupate da personale locale.

 

3. Improve

Avendo resort collocati in tutto il mondo, Club Med permette al proprio personale di vivere esperienze lavorative in diversi luoghi, se lo richiedono. Questo consente la creazione di uno staff inclusivo di tante nazionalità (ben 109!), religioni e culture diverse, che vive e lavora insieme.

Inoltre, i frequenti programmi di formazione permettono di raggiungere una percentuale dell’83% di staff completamente formato entro due anni.

Gli interventi nell’ambito della sostenibilità da parte di Club Med non finiscono qua. Per approfondire, ti consigliamo di consultare la pagina dedicata al programma Happy to Care.

Se ti rifletti in questi valori e vuoi lavorare nel turismo, sei perfetto per la grande famiglia di Club Med! Candidati ora alle offerte disponibili.

 


LavoroTurismo 1 mese fa